Alessandro Capozzi è un ragazzo del 1990 nato ad Avellino, professione pizzaiolo.

Alessandro entra nel mondo della pizza in tenerissima età, infatti a soli dodici anni dà una mano nel locale di famiglia. A quelletà Alessandro è solo un bambino che ama moltissimo mangiare la pizza, e come tutti i bambini è molto curioso, e una cosa lo incuriosisce particolarmente, la preparazione della pizza.

Così Alessandro inizia a chiedersi come fa della farina a trasformarsi in pizza, e per rispondere a questo quesito inizia a spiare il pizzaiolo mentre mescola acqua e farina, fa domande su domande, ogni giorno scopre qualcosa in più e ogni giorno diventa più impaziente di imparare, e la sua passione per la pizza cresce più velocemente di quanto egli stesso potesse immaginare. Quando crede di aver compreso tutto il procedimento per preparare la pizza, decide di mettere in pratica ciò che ha appreso, così dà una mano al pizzaiolo nella preparazione dellimpasto, con i panetti vecchi fa pratica nella stesura e con laiuto del pizzaiolo inforna le sue prime pizze.

Quando gli tocca scegliere a quale scuola di secondo grado iscriversi, Alessandro non ha dubbi, si iscrive allalberghiero per poi prendere il ramo di cucina. Qui impara le nozioni base della cucina italiana che saprà abbinare magistralmente alle sue conoscenze della pizza. Finita la scuola si dedica a tempo pieno alla cucina non solo alla pizza, lavorando in vari ristoranti e pizzerie, infatti Alessandro crede, che per essere un buon pizzaiolo devi anche essere un buon cuoco, così fa esperienze come aiuto cuoco e acquisisce conoscenze specifiche della cucina italiana, che vanno molto oltre ciò che ha imparato a scuola. La sua passione però resta la pizza, ed ormai è diventato un pizzaiolo esperto, sempre alla ricerca di miglioramenti da apportare alla sua creazione. Alessandro ama sperimentare per dare forma ad un prodotto unico, per i suo impasti crea un blend di farine biologiche, in genere miscela la farina 00 con quella 0, gli piace svariare su diversi tipi di impasto, diretti e indiretti, con diversi tempi di lievitazione e maturazione, gli ingredienti che utilizza per le sue pizze devono essere sempre di ottima qualità e possibilmente a chilometro zero, utilizza spesso ingredienti del presidio slow food. Sfrutta la sua conoscenza in cucina per combinare nuovi ingredienti creando connubi perfetti da utilizzare per le sue pizze gourmet. Partecipa anche ad alcuni concorsi e si classifica secondo al Campionato Italiano Pizza Dessert Bari 2017presentando una millefoglie di pizza al cacao con salsa fredda di mozzarella di bufala campana DOP, pomodorino sciroppato, lime, basilico fritto e gelatina di birra.

Alessandro si è affermato come maestro pizzaiolo in Italia, ma i suoi progetti sono più grandi, vuole esportare la sua pizza in tutto il mondo, così decide di trasferirsi a Dublino dove ottiene un incarico come responsabile dei reparti di pizzeria della famosa catena ristorativa Fallon & Byrne.

Grazie a questo nuovo incarico Alessandro ha la possibilità di presentare e difendere la tradizione italiana, cosa che ama e che lo inorgoglisce, soprattutto quando, come spesso accade, questo suo lavoro viene riconosciuto ed apprezzato da persone di diversa cultura e nazionalità.